Deposito a dati aperti su idrossiclorochina

23.05.2020 0 Di Antonio Guerra

Per la prevenzione e il trattamento COVID-19

La nostra newsletter della prima settimana (4 aprile) e disponibile – su statistiche di utilizzo di HCQ, carica virale e altro!

Aggiornamenti importanti:

Corrispondenza del Dr. Vladimir Zelenko nel successo del trattamento di pazienti COVID-19 con idrossiclorochina e azitromicina

Questi farmaci aiutano i nostri pazienti con coronavirus (copertura del Wall Street Journal del Dr. Jeff Colyer e del Dr. Daniel Hinthorn su HCQ e AZ nel trattamento del nuovo coronavirus)

Lettera al presidente Donald J. Trump dell’Associazione dei medici e chirurghi americani

Coronavirus: la fine della crisi? dalla sezione di diritto ambientale dell’Associazione degli avvocati dello Stato di New York

Cos’e questa iniziativa?

Questo e un repository di dati aperti per l’utilizzo di idrossiclorochina (HCQ) e azitromicina sia per il trattamento che per la prevenzione di COVID-19, lanciato da un gruppo indipendente di scienziati, medici, statistici e avvocati.

Precedenti ricerche di Francia, Corea del Sud e Cina hanno dimostrato una forte efficacia di HCQ contro COVID-19. Sebbene indubbiamente pionieristici e perspicaci, riconosciamo anche i loro limiti – come dimensioni del campione relativamente piccole.

Questo repository di dati si differenzia dagli altri studi HCQ e dalla sperimentazione di altri farmaci, in alcuni aspetti chiave:

  1. Valutazione della prevenzione (in particolare nella protezione degli operatori sanitari)

Il piu grande rischio sistemico che affrontiamo e che il nostro sistema sanitario viene sopraffatto. Se le nostre forniture di DPI sono esaurite, le unita di terapia intensiva sono troppo piene e gli operatori sanitari infetti, i tassi di mortalita aumenteranno rapidamente.

Il nostro hub di dati si concentra sulla valutazione della prevenzione e sul trattamento. Pensiamo che affrontare entrambi sia il modo migliore per “appiattire” la curva.

2. Un hub di dati in tempo reale “Open Source”

Il tempo e essenziale in questa pandemia. L’aggregazione di dati provenienti da una rete di migliaia (e in crescita) di MD, consente di ridimensionare rapidamente un numero considerevole di dati dei pazienti.

L’intero set di dati sara disponibile e costantemente aggiornato al pubblico, il piu vicino possibile in tempo reale [1]. Qualsiasi medico, ricercatore o scienziato di dati potrebbe quindi analizzare, verificare ed estrapolare nuove intuizioni per la loro strategia di prevenzione e trattamento.

3. Concentrarsi sulla droga accessibile e accessibile

HCQ e un farmaco generico di lunga data, estremamente conveniente e puo essere prodotto da qualsiasi azienda di qualita. Nessun brevetto Nessun interesse speciale.

[1] I dati sono controllati e raccolti solo da professionisti medici e solo in forma non identificata.

Partecipa alla valutazione

  • Obbiettivo: Valutare l’efficacia dell’idrossiclorochina (HCQ) nella prevenzione dell’infezione da COVID-19.
  • Fase corrente: Inizialmente ci stiamo concentrando su una coorte di professionisti medici sani e operatori sanitari.
  • Stato: Attivo / Reclutamento

Se sei un operatore sanitario in prima linea (medico, infermiere, ecc.), Ti preghiamo di inviarci un’e-mail. Abbiamo bisogno della tua partecipazioneNon importa se prevedi di assumere HCQ o meno (estremamente prezioso e necessario per il confronto).

Come nostro modo di dire grazie per aver aderito a questa iniziativa, tutti i partecipanti avranno la possibilita di esserlo riconosciuto pubblicamente in tutte le pubblicazioni.

Fase futura: Studio caso-controllo dell’idrossiclorochina nella prevenzione di COVID-19. Rimanete sintonizzati.

La mia azienda / organizzazione puo partecipare a questa iniziativa?

Potrei supportare il progetto in altri modi?

Se sei interessato a supportare o collaborare a normative, studi clinici o finanziamenti, ti preghiamo di inviarci un’e-mail.

sfondo

Leggi il nostro documento di riferimento sul trattamento di COVID-19 (13 marzo 2020).

Un recente studio clinico controllato condotto da Didier Raoult MD / PhD, et al. in Francia ha dimostrato che il 100% dei pazienti che hanno ricevuto una combinazione di idrossiclorochina e azitromicina sono risultati negativi e sono stati curati virologicamente entro 6 giorni dal trattamento.

Inoltre, le recenti linee guida della Corea del Sud e della Cina riportano che l’idrossiclorochina e la clorochina sono efficaci trattamenti terapeutici antivirali per il nuovo coronavirus.

E altamente desiderabile un agente terapeutico che prevenga l’infezione con il nuovo coronavirus, specialmente per le persone con esposizione ad alto rischio (ad es. Operatori sanitari) e per le persone con comorbidita (malattie cardiache, diabete, ecc.) E sistemi immunitari compromessi. Studi rivoluzionari in vitro dimostrano la potenziale efficacia dell’idrossiclorochina come profilassi per la nuova infezione da coronavirus nelle cellule primate.

Nota: l’idrossiclorochina (marchio Plaquenil) e un farmaco (compressa) economico e disponibile a livello globale che e stato approvato per uso medico diffuso dal 1955. Oggi e comunemente usato per trattare la malaria, il lupus eritematoso sistemico e l’artrite reumatoide.

NON CONSIGLI MEDICI. I PROFESSIONISTI MEDICI APPROPRI DEVONO ESSERE CONSULTATI PER OGNI SITUAZIONE SPECIFICA.

Responsabile del progetto

Gregory J. Rigano, Esq

Rigano ha guidato un’azienda biotecnologica negli ultimi cinque anni nella ricerca e nella valutazione clinica della clorochina in varie malattie. Ha fornito consulenza per oltre 1 miliardo di dollari in volume di transazioni su scala globale, con una forte attenzione alle scienze che coinvolgono multinazionali e il governo federale. L’esperienza del signor Rigano comprende l’avanzamento di vari beni farmaceutici attraverso laboratorio, animale, formulazione, produzione, prove cliniche (Fase I – III) e commercializzazione. Rigano ha conseguito la laurea in giurisprudenza presso la Hofstra University e ha studiato alla Johns Hopkins University.

Consulenza a scienziati e medici

Didier Raoult ha creato l’Unita Rickettsia presso l’Universita di Aix-Marsiglia. Dal 2008, il Dr. Raoult e direttore dell’URMITE (Unita di ricerca sulle malattie emergenti infettive e tropicali), collaborando con il CNRS (Centro nazionale per la ricerca scientifica), IRD (Research for the Development Institute), INSERM (National Institute of Salute e ricerca medica) e Universita di Aix Marsiglia. Il suo laboratorio impiega oltre 200 persone, tra cui circa 100 ricercatori attivi che pubblicano tra 250 e 350 articoli all’anno e hanno prodotto oltre 50 brevetti.

Chandra Duggirala, MD

Chandra e un medico, investigatore clinico, inventore e imprenditore seriale.

Trattando attivamente i pazienti in ospedale, ER e terapia intensiva, Chandra sta lavorando diligentemente per trovare farmaci profilattici per gli operatori sanitari ad alto rischio. Chandra si concentra sull’alleviamento e l’eliminazione della pandemia di COVID-19 utilizzando approcci terapeutici, profilattici e di progettazione del sistema per ridurre il carico sul nostro sistema sanitario e ridurre la morbilita e la mortalita causate da SARS-COV2.

Deposito a dati aperti su idrossiclorochina