I modelli polmonari COVID-19 mostrano alcuni indizi per il trattamento della polmonite 2

23.05.2020 0 Di Antonio Guerra

Ecografia toraco-polmonare nella polmonite da COVID-19

Ecografia toraco-polmonare nella polmonite da COVID-19

Le scansioni polmonari dei pazienti piu malati di COVID-19 mostrano schemi distintivi di infezione, ma finora questi indizi offrono poco aiuto nel prevedere quali pazienti riusciranno a superare.

Per ora, i medici fanno affidamento su quella che viene chiamata terapia di supporto, che e standard per il trattamento di pazienti con polmonite grave.

I medici nelle aree ancora in attesa di un assalto di pazienti malati stanno perlustrando rapporti medici e ospitando webinar con medici cinesi per ottenere i migliori consigli su cio che ha funzionato e non ha funzionato.

Una cosa che e chiara in tutto il mondo: l’eta fa un’enorme differenza nella sopravvivenza. E una ragione e che i polmoni degli anziani non hanno molto di cio che l’esperto di geriatria Dr. Richard Baron chiama capacita di riserva.

“All’eta di 18 anni, hai un sacco di capacita polmonare extra che non usi se non stai correndo una maratona”, ha detto Baron, che dirige l’American Board of Internal Medicine. Tale capacita diminuisce gradualmente con l’eta anche nelle persone altrimenti sane, quindi “se sei una persona anziana, anche una forma lieve puo sopraffare i polmoni se non hai abbastanza riserva”.

Ecco cosa possono dire gli scienziati finora sul trattamento di coloro che si ammalano gravemente.

In che modo COVID-19 danneggia i polmoni?

Il nuovo coronavirus, come la maggior parte dei virus respiratori, si diffonde attraverso goccioline dalla tosse o dallo starnuto di qualcuno. La stragrande maggioranza dei pazienti guarisce, la maggior parte dopo aver manifestato sintomi lievi o moderati come febbre e tosse. Ma a volte il virus si fa largo nei polmoni e causa la polmonite.

I polmoni contengono grappoli grappoli di piccole sacche d’aria chiamate alveoli. Quando respiri, l’ossigeno riempie le sacche e passa direttamente nei vasi sanguigni che si annidano accanto a loro. La polmonite si verifica quando un’infezione – di qualsiasi tipo, non solo questo nuovo virus – infiamma gli alveoli. Nei casi piu gravi si riempiono di liquido, cellule morte e altri detriti, impedendo all’ossigeno di passare.

Se altri paesi hanno la stessa esperienza della Cina, circa il 5% dei pazienti COVID-19 potrebbe ammalarsi abbastanza da richiedere cure intensive.

Come appare quel danno polmonare?

I medici del Mount Sinai Health System di New York hanno analizzato 121 scansioni di CT toraciche condivise dai colleghi in Cina e hanno individuato qualcosa di insolito.

I polmoni sani sembrano per lo piu neri nelle scansioni mediche perche sono pieni d’aria. Un’infezione precoce con polmonite batterica tende a presentarsi come una macchia bianca in una sezione di un polmone. La polmonite causata da un virus puo apparire come chiazze nebulose che i medici chiamano “opacita del vetro smerigliato”.

Nelle persone che hanno la polmonite COVID-19, quella foschia tende a raggrupparsi sul bordo esterno di entrambi i polmoni, per le costole. E un modello distintivo, ha affermato il dott. Adam Bernheim, radiologo del Monte Sinai.

Man mano che l’infezione peggiora, la foschia forma ammassi piu rotondi e diventa gradualmente piu bianca man mano che le sacche d’aria diventano sempre piu intasate.

In che modo i medici trattano questa polmonite?

Finora, non ci sono farmaci che attaccano direttamente il nuovo coronavirus, anche se i medici stanno provando alcuni sperimentalmente, tra cui un vecchio trattamento per la malaria e uno in fase di sviluppo per curare l’Ebola.

“Il miglior trattamento che abbiamo e la terapia di supporto”, ha dichiarato il dott. Aimee Moulin, un medico di pronto soccorso presso il UC Davis Medical Center.

Cio e incentrato sull’aiutare i pazienti a respirare quando i livelli di ossigeno nel sangue iniziano a calare. Per alcune persone, l’ossigeno erogato attraverso una maschera o tubi nel naso e sufficiente. I pazienti piu gravemente malati avranno bisogno di un respiratore.

“L’obiettivo e mantenere la persona in vita fino a quando la malattia non prende il suo corso” e i polmoni iniziano a guarire, ha affermato il dott. Neil Schachter, uno specialista in cure polmonari e di terapia intensiva sul Monte Sinai.

I casi peggiori sviluppano una condizione infiammatoria chiamata ARDS – sindrome da distress respiratorio acuto – che inonda i polmoni di liquido.

INQUADRAMENTO, DIAGNOSI, TERAPIA E GESTIONE DEI PAZIENTI COVID

INQUADRAMENTO, DIAGNOSI, TERAPIA E GESTIONE DEI PAZIENTI COVID Questo e quando il tentativo del sistema immunitario di combattere le infezioni “sta impazzendo e si sta attaccando il polmone”, ha spiegato Baron.

Molte cose oltre al coronavirus possono causare la condizione. Indipendentemente dalla causa, comporta un alto rischio di morte.

Cos’altro e interessato?

Una polmonite grave di qualsiasi tipo puo causare shock e altri danni agli organi. Ma in un webinar della scorsa settimana, i medici cinesi hanno detto ai membri dell’American College of Cardiology di cercare altri problemi nel grave COVID-19, specialmente nelle persone con malattie cardiache. Il peggio puo aver bisogno di fluidificanti del sangue poiche il loro sangue inizia a coagulare in modo anomalo e il cuore stesso puo subire danni non solo dalla mancanza di ossigeno ma dall’infiammazione che avvolge il corpo.

Un’altra avvertenza: i pazienti piu malati possono deteriorarsi rapidamente, come ha visto un ospedale di Kirkland, Wa.

Dei 21 pazienti che avevano bisogno di cure critiche all’Evergreen Hospital, 17 sono stati trasferiti in terapia intensiva entro 24 ore dall’ammissione in ospedale, i medici hanno riportato la scorsa settimana sul Journal of American Medical Assn.

L’eta non e l’unico fattore di rischio. I dati provenienti dalla Cina mostrano che, indipendentemente dall’eta, il 40% delle persone che necessitavano di cure critiche aveva altri problemi di salute cronici, come malattie cardiache e diabete.

COVID-19 lascia un danno polmonare duraturo?

E troppo presto per saperlo. L’Organizzazione Mondiale della Sanita ha affermato che possono essere necessarie dalle tre alle sei settimane per riprendersi da un grave caso di COVID-19.

Ma possono essere necessari mesi per tornare alla normale attivita dopo qualsiasi forma di polmonite grave, in particolare se la persona ha avuto problemi di salute precedenti. Il recupero dipende in parte da quanto tempo qualcuno e rimasto su un respiratore.

“Se sei su un ventilatore per quattro settimane in un sonno profondo in un’unita di terapia intensiva, ci vogliono da sei mesi a un anno per riabilitare”, Dr. Diederik Gommers dei Paesi Bassi Assn. per terapia intensiva ha detto ai legislatori olandesi. “E molto debilitante se si e in terapia intensiva per cosi tanto tempo.”

Iscriviti per le ultime notizie, le migliori storie e cosa significano per te, oltre alle risposte alle tue domande.

I modelli polmonari COVID-19 mostrano alcuni indizi per il trattamento della polmonite